Skip to content

Maldive, governo sott’acqua

ottobre 17, 2009
Foto Ap. Il governo delle Maldive si è riunito sott'acqua per protestare contro il surriscaldamento della Terra che, in meno di cento anni, potrebbe far scomparire le isole. Nella foto President Nasheed.

Foto Ap. Il governo delle Maldive si è riunito sott'acqua per protestare contro il surriscaldamento della Terra che, in meno di cento anni, potrebbe far scomparire le isole. Nella foto President Nasheed.

Hello Mr. President…are u there??? Waiting …

Annunci
3 commenti leave one →
  1. ottobre 19, 2009 9:58 am

    mi domando una cosa: ma se la stessa protesta fosse stata fatta in maniera simile anche da noi, come sarebbe stata considerata ? forse come l’ennesima buffonata ad arte delle telecamere ?

    (ai lettori l’ardua sentenza)

    • alessandracardinale permalink*
      ottobre 19, 2009 11:03 am

      E’ stato certamente un teatrino per i media che vanno ghiotti delle notizie un po’ “colorate”. Ma questo caso ha delle attenuanti: secondo alcuni studi entro 100 anni tutte le Maldive, 1.200 isole che ora sono situate a poco meno di due metri dal livello del mare, scompariranno dalla faccia della terra. Il Governo, eletto per la prima volta democraticamente nel 2008, sta escogitando tutti i sistemi e ricorre a tutti i mezzi -ovviamente sempre leciti e finora mai di cattivo gusto – per attirare l’attenzione della stampa internazionale. A dicembre, ad esempio, ci sarà il G8 sull’ambiente a Copenaghen, dove oltre a Obama e agli altri, è stato invitato anche il Presidente delle Maldive. Per loro sarà una vetrina importante e nel frattempo lavorano di spin per stare il più possibile sui più importanti media (il Guardian, Le Monde, Paris Match, la BBC e la CNN coprono sempre di più tutti i movimenti del Presidente Nasheed). Tra l’altro le Maldive sono le uniche ad essersi impegnate attivamente nella causa verde: il governo prevede di converitre l’intera produzione elettrica dell’arcipelago alle energie rinnovabili nel giro di un decennio. Chapeau!

  2. ottobre 19, 2009 1:02 pm

    ho anche sentito dire che, sempre provocatoriamente, volevano organizzare una sorta di colletta per acquistare delle isole al fine di trasferire lì, in futuro, la popolazione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: