Skip to content

“La vista, io penso, che è a noi cagione del maggior bene del mondo…”

febbraio 6, 2010

Cena con amici. Si discute su Haiti e sulla eccessiva concentrazione di fotografi sull’isola. “Ce ne sono troppi” ha detto qualcuno “e le immagini che arrivano sono spesso ridondanti”. Non la penso così, o meglio dipende dalla foto o dall’articolo che si sceglie di scrivere. Questa, che è stata scattata ieri ad esempio, non mi sembra affatto ridondante.

PORT-AU-PRINCE, HAITI – FEBRUARY 05: Street pastor Jean Claude St. Fleur counsels patients waiting in line at a hospital to “bend to the will of God” on February 5, 2010 in Port-au-Prince, Haiti. More than 212,000 people were believed killed in the January 12 earthquake, which left another three million injured or homeless. (Photo by John Moore/Getty Images)

La vista io penso che è a noi cagione del maggior bene del mondo; perocché giammai dire non si poteva niuna di queste cose dell’universo, se non vedevamo noi astri, né sole, né cielo. Ora il dí e la notte, che noi vediamo, i mesi e i giri degli anni, ci hanno fornito il numero e il concetto del tempo, e il modo di cercare la natura dell’universo; onde ci siamo noi procacciato cosí la filosofia, della quale un maggiore bene né fu né sarà donato mai dagl’Iddii alla mortale generazione.
Platone Timeo XVI (circa 360 a. C.) da Wikisource

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: