Skip to content

Lebanon

“A Beirut, il settarismo si è impadronito della mente dell’uomo …Il libanese è divenuto schiavo della sua comunità in forma piena, intellettualmente e corporalmente…Il paradosso è che le forze culturali libanesi che erano alla testa dell’appello all’unità araba laica, per emanciparsi dalla religiosità ottomana, hanno lasciato in eredità ai loro figli una duplice perdita: la perdita dell’unità, la perdita della “nazione” libanese in una frammentazione che non ha precedenti storici”.Beirut, la non-città, Adonis,Parigi, novembre 2003.

 Sono stata in Libano durante le elezioni parlamentari del 7 giugno 2009. E’ stata la mia prima volta a Beirut, bellissima e struggente. Ammar, un amico libanese e insegnante di pianoforte al Conservatorio di Beirut, mi ha fatto da guida tra carrarmarti che assediavano  Sassine square, la piazza principale nel quartiere cristiano di Achrafiye, e ristorantini che servivano eccellente hummus e la birra Almaza, che in arabo significa diamante. Con Todd e Jamil di Al Jazeera international siamo andati tra le rovine di Byblos, la città più antica al mondo, fino al sud del Libano a Saida e Tiro,  la zona più dilaniata dalla guerra civile e dalla guerra del 2006 tra Israele e Hezbollah. Verso la fine della settimana ho capito le parole di Adonis in Beirut, la non -città. Come spiega il poeta di origine siriana, l’unico tratto in comune che i libanesi hanno è l’essere frammentati . Alla domanda “tu chi sei?” nessuno, o quasi, ha mai risposto “sono libanese” ma “sono cristiana” oppure “sono una casalinga” o ancora “sono un uomo impaziente”. La religione, un tratto del proprio carattere o il lavoro, mi sono apparsi come gli elementi identitari primari rispetto all’appartenza al Paese. Per questo, a metà settimana, ho iniziato a  scattare ritratti ad alcune persone, che nonostante un’iniziale diffidenza, mi hanno risposto spontaneamente e, penso, con molta sincerità. 

  

 WHO ARE YOU?, Lebanon june 2009

 

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: